Sito Ufficiale di Informazione Turistica di Salsomaggiore Terme
cultura

Teatro Nuovo Stagione 2021/2022

cultura

Teatro Nuovo Stagione 2021/2022

Stagione Teatrale 21/22

Informazioni sull'evento
Teatro Nuovo - Viale Romagnosi 24- 43039 Salsomaggiore Terme (PR)

Teatro Nuovo di Salsomaggiore - tel. 0524 070274 (attivo solo i giorni degli spettacoli)


Files and docs
 programma_A4_2022_rev2

PROGRAMMA 2021/2022

SICUREZZA
 
In ottemperanza alla normativa vigente per la prevenzione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, per accedere a tutti gli spettacoli sarà necessario esibire il Super Green Pass (fatta eccezione per i minori di 12 anni). All’ingresso il personale di sala incaricato chiederà di mostrare il QR code digitale o cartaceo apposto sul Super Green Pass stesso. Rimane inoltre obbligatorio indossare la mascherina FFP2 per tutto il tempo.


Sabato 5 febbraio 2022 – ore 21.00

Angela Finochiaro
Ho perso il filo

Una commedia, una danza, un gioco, una festa, questo è HO PERSO IL FILO.

soggetto di ANGELA FINOCCHIARO, WALTER FONTANA, CRISTINA PEZZOLI
testo di WALTER FONTANA

in scena ANGELA FINOCCHIARO
e le Creature del Labirinto:
ALIS BIANCA, ALESSANDRO LA ROSA, ANTONIO LOLLO,
FILIPPO PIERONI, ALESSIO SPIRITO, CARMELO TRAINITO

coreografie originali di HERVÉ KOUBI
scene di GIACOMO ANDRICO
luci di VALERIO ALFIERI
costumi di MANUELA STUCCHI

regia di CRISTINA PEZZOLI

In scena un’Angela Finocchiaro inedita, che si mette alla prova in modo sorprendente con linguaggi espressivi mai affrontati prima, per raccontarci con la sua stralunata comicità e ironia un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso: quella di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale che parte per un viaggio, si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro.

Angela si presenta in scena come un’attrice stufa dei soliti ruoli: oggi sarà Teseo, il mitico eroe che si infila nei meandri del Labirinto per combattere il terribile Minotauro. Affida agli spettatori un gomitolo enorme da cui dipende la sua vita e parte.

Una volta entrata nel Labirinto, però, niente va come previsto. Viene assalita da strane Creature, un misto tra acrobati, danzatori e spiriti dispettosi, che la circondano, la disarmano, la frullano come fosse un frappè, e soprattutto tagliano il filo che le assicurava la via del ritorno.

Disorientata, isolata, impaurita, Angela scopre di essere finita in un luogo magico ed eccentrico, un Labirinto, che si esprime con scritte e disegni: ora che ha perso il filo, il Labirinto le lancia un gioco, allegro e crudele per farglielo ritrovare.

Passo dopo passo, una tappa dopo l’altra, superando trabocchetti e prove di coraggio, con il pericolo incombente di un Minotauro affamato di carne umana, Angela viene costretta a svelare ansie, paure, ipocrisie che sono sue come del mondo di oggi e a riscoprire il senso di parole come coraggio e altruismo. Alla sua maniera naturalmente, come quando – di fronte ai ragazzi ateniesi che la implorano di salvarli dal Mostro che li sta già sgranocchiando – promette firme e impegno sui social; o come quando è sottoposta a una sfida paradossale dal vero Teseo, sceso di corsa dalle vette del mito, indignato perché la sua interprete difetta delle necessarie qualità eroiche.

Lo spettacolo vive del rapporto tra le parole comiche di un personaggio contemporaneo e la fisicità acrobatica, primitiva, arcaica delle Creature del Labirinto che agiscono, danzano, lottano con Angela provocandola come una gang di ragazzi di strada imprevedibili, spietati e seducenti.

Il Labirinto è un simbolo antico di nascita – morte – rinascita. Anche Angela, dopo aver toccato il fondo, riuscirà a ritrovare il filo e con esso la forza per affrontare il Minotauro in un finale inatteso che si trasforma in una festa collettiva coinvolgente e liberatoria.

Si ride, ci si emoziona, si gode uno spettacolo che si avvale di più linguaggi espressivi grazie agli straordinari danzatori guidati dall’inventiva di Hervé Koubi, uno dei più talentuosi e affermati coreografi sulla scena internazionale e naturalmente alla capacità comica di Angela Finocchiaro di raccontare un personaggio che è molto personale e allo stesso tempo vicino al cuore di molti.

Biglietti:
I Settore – intero 33,00 € / ridotto 30,00€
II Settore – intero 28,00 € / ridotto 25,00€
III Settore – intero 23,00 € / ridotto 21,00€

N.B. I prezzi indicati non comprendono eventuali diritti di prevendita


Domenica 13 marzo 2022 – ore 21.00

INTI-ILLIMANI
Vale la pena tour

INTI-ILLIMANI CON GIULIO WILSON
Concerti a sostegno dei diritti umani e a tutela dei migranti

Una proposta musicale inedita, quella degli Inti-Illimani e Giulio Wilson, per uno spettacolo che rinnova le passioni di sempre e che conquisterà anche i più giovani.

La musica viaggia oltre i confini nella direzione di un mondo in cui si possano rispettare il confronto tra gli uomini, il dialogo, la libertà umana, la “vita come una sorpresa”, come si canta nel singolo “Vale la pena” (del cantautore toscano con gli Inti-Illimani) da cui è nata questa bellissima storia e che, tra pochi mesi, attraverserà in tour l’Italia.

Il tour supporta le attività di Amnesty International Italia, il festival Voci per la Libertà e, nello specifico, la campagna di sensibilizzazione a tutela dei migranti. A tal proposito Riccardo Noury, Portavoce Amnesty International Italia, afferma: “Siamo lieti e riconoscenti per questa collaborazione, che rinnova un importante legame tra musica e diritti umani e che siamo certi contribuirà a sensibilizzare il pubblico sulle campagne che accompagneranno le cinque tappe”.

“Vale la pena”, brano scritto da Wilson e cantato insieme agli Inti-Illimani, è stato registrato a Santiago del Cile durante le proteste popolari scaturite il 7 ottobre 2019 contro l’aumento del carovita e la corruzione. Uscita in doppia versione, in italiano e in spagnolo, “Vale la pena” è una delle 13 tracce che compongono l’ultimo disco del cantautore, dal titolo “Storie vere tra alberi e gatti”. Giulio Wilson, a tal proposito: “È un grande piacere aver scritto un brano assieme a degli artisti che hanno segnato la storia della musica mondiale. Presentarlo con loro, dal vivo in teatri prestigiosi è un vero onore. Vale la pena non ha confini e contiene uno slogan universale e di speranza, dedicato a tutti.

Gli Inti-Illimani, da sempre ambasciatori della resistenza contro le dittature e le ingiustizie, del patrimonio musicale dell’America Latina; hanno cantato e gridato forte il loro impegno civile contro le lotte di classe, in difesa della democrazia e del progresso, contro ogni forma di abuso, di repressione e di violenza. Con queste parole Jorge Coulón, leader della band, racconta il progetto: “Vale la pena credere nelle persone. Dobbiamo costruire una società basata sulla fiducia e sull’affetto. Speriamo”.

“Vale la pena” è il manifesto contemporaneo di un’epoca in cui si ha bisogno di confronti, di dialogo, di abbattere i confini per afferrare l’umanità di ogni cosa, l’umanità di ogni vita; come ribadisce Jorge Coulón, voce degli Inti-Illimani, “dobbiamo costruire una società basata sulla fiducia e sull’affetto”.

Biglietti:
I Settore – intero 23,00 € / ridotto 20,70€
II Settore – intero 23,00 € / ridotto 20,70€
III Settore – intero 20,00 € / ridotto 18,00€

N.B. I prezzi indicati non comprendono eventuali diritti di prevendita



BIGLIETTERIE

IAT Fidenza Village
San Michele Campagna / Loc. Chiusa Ferranda – 43036 Fidenza (PR)
tel. 0524 335556
con applicazione del diritto di prevendita

Teatro Nuovo
Viale Giandomenico Romagnosi, 24 – 43039 Salsomaggiore Terme (PR)
tel. 0524 070274
(attivo nei giorni degli spettacoli da 3 ore prima dell’inizio programmato)

ON-LINE

Trovi il pulsante dedicato nella sezione dello spettacolo per il quale desideri acquistare i biglietti.

La prevendita dei biglietti (presso gli I.A.T. e on line) è attiva sino alle ore 24.00 del giorno precedente quello di spettacolo.
Il giorno di spettacolo sarà possibile acquistare il titolo solo presso la biglietteria del Teatro Nuovo dalle ore 18.00 fino alle 20.45

RIDUZIONI

Hanno diritto alle riduzioni, quando previste e salvo diverse indicazioni:

  • persone sotto i 25
  • sopra 65 anni d’età
  • accesso gratuito riservato ai portatori di handicap


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato sulle news di Salsomaggiore e Tabiano Terme.

Comune Salsomaggiore

Hai delle domande? Non esitate a scriverci via email per qualsiasi domanda o informazione.

     info@portalesalsomaggiore.it