Sito Ufficiale di Informazione Turistica di Salsomaggiore Terme
Itinerari

Passeggiando per Salsomaggiore … Percorso della Memoria

Itinerari

Passeggiando per Salsomaggiore … Percorso della Memoria

Monumenti e Testimonianze a Ricordo di Eventi e Conflitti Storici

Breve passeggiata per il centro urbano di Salsomaggiore Terme, alla scoperta di monumenti e di testimonianze storiche che onorano la memoria dei Caduti di Guerra. Le opere artistiche dedicate alla Memoria, caratterizzato le nostre città e la storia contemporanea della nostra società.

MAPPA ITINERARIO
Riferimento “Guida Turistica”, Itinerario n. 3 – colore rosso

Partenza: via Bacchelli - Monumento ai Caduti della Grande Guerra. Il monumento in bronzo, opera dello scultore salsese Alberto Bazzoni (1889-1973), celebra i Caduti Salsesi della Prima Guerra Mondiale. Tre figure di soldati, due delle quali esanimi, giacciono ai lati del basamento sopra al quale si erge il Fante Glorioso, incurante del pericolo, con il corpo teso nello sforzo di lanciare contro il nemico una bomba a mano. Il percorso prosegue in viale Porro, oltrepassare l’incrocio e immettersi a sinistra in via Pascoli. “Giardino KZ Dora-Buchenwald” , monumento dedicato ai deportati della Seconda Guerra Mondiale, periti nei campi di sterminio. Il monumento inaugurato nel 1987, è stato realizzato dall’artista salsese Aldo Menoni, (1928-2007), che affida alle forme geometriche e alla loro disposizione nello spazio il compito di svelare il drammatico significato dell’opera, eretta non per celebrare un illustre personaggio, ma per ricordare la tragica epoca dei deportati nei campi di sterminio. Per la terza tappa dirigersi in via Loschi, volendo si può sostare al Palazzo Municipale, dove nell’atrio è esposta una lapide dedicata ai Caduti per la Libertà (1943-1945). Nell’ultimo conflitto mondiale, Salsomaggiore Terme offrì un notevole contributo alla lotta di Liberazione e a tal proposito la Città è stata insignita della Medaglia di Bronzo al Valor Militare. Da piazza Libertà, si procede in via Romagnosi, giunti in largo Roma si mantiene la destra per piazzale Giustizia, dove si trova il Monumento alle “Penne Mozze d’Italia” . L’opera inaugurata nel 1983, firmata dallo scultore salsese Aldo Menoni, è dedicata agli 83 Alpini salsesi caduti nel secondo conflitto mondiale ed è una simbolica rappresentazione del dolore: Passeggiando lungo l’area di Parco Corazza e quindi in via Berenini, si giunge in largo Bazzoni (di fronte alle Terme Zoja) dove troviamo il Monumento alla Resistenza, dedicato alla memoria delle 64 vittime cadute durante la Seconda Guerra Mondiale. Realizzato dallo scultore Louis Molinari, nato a Parigi ma di origini piacentine fu inaugurato nel 2004; l’opera è composta dai quattro elementi costitutivi della vita: la Terra, rappresentata dal cerchio di base; il Cielo raffigurato dalle colombe; l’Acqua, identificata dalla fontana centrale, e il Fuoco, assimilato alla luce. Tre caratteristiche colombe bianche, simbolo di pace, si ergono verso il cielo. L’itinerario si conclude alla Galleria Warowland in piazzale Berzieri dove ha sede l’ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica. Sotto l’arcata della galleria, sono esposti una targa e un cimelio murario, a ricordo dei caduti della Prima Guerra Mondiale, una testimonianza indelebile che la Città di Salsomaggiore Terme ha voluto lasciare in memoria degli eroici cittadini e soldati periti durante il Primo Grande Conflitto Mondiale. ALTRE TESTIMONIANZE DI INTERESSE: Si segnala inoltre: in piazza Brugnola l’obelisco intitolato a Cesare Battisti, il monumento fu donato alla cittadinanza nel 1916 dal barone Attila Paganini, ex Sindaco di Salsomaggiore tra il 1903 e il 1904. L’opera subì vari spostamenti; l’attuale collocazione risale al 1924, quando con una solenne cerimonia, alla presenza della Regina Margherita e di Adalberto di Savoia, il monumento venne “riconsacrato”. In località San Nicomede è presente una “Casa Monumento” dedicata ai Caduti di Salsominore 1918-1925; a Contignaco e a San Vittore, vicino alle rispettive chiese si ricordano i caduti in conflitti del XX Secolo e analogamente avviene nei pressi dei manieri di Tabiano Castello e di Scipione Castello. Nel cimitero di Salsomaggiore è presente una cappella dedicata ai Caduti della lotta di liberazione, partigiani e civili; mentre in zona Castellazzo (Lucciola), si erge una stele a memoria dei Caduti della 31 Brigata G. Garibaldi “Forni”.

Highlights dell'itinerario

Monumento ai Caduti della Grande Guerra

ll monumento in bronzo, opera dello scultore salsese Alberto Bazzoni.

Giardino della Memoria Kz Dora-Buchenwald

Monumento dedicato ai deportati della Seconda Guerra Mondiale, periti nei campi di sterminio

Monumento alle Penne Mozze d'Italia

Il monumento è dedicato agli Alpini salsesi periti nel secondo conflitto mondiale.

Monumento alla Resistenza

In memoria dei partigiani salsesi caduti durante la Seconda Guerra Mondiale

Galleria Warowland

La splendida palazzina in stile neomedievale oggi sede dell'Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica

Tempietto Grande Guerra 1915-1918


Iscriviti alla newsletter

Resta aggiornato sulle news di Salsomaggiore e Tabiano Terme.

Comune Salsomaggiore
Regione Emilia Romagna

Hai delle domande? Non esitate a scriverci via email per qualsiasi domanda o informazione.

     info@portalesalsomaggiore.it