Sito Ufficiale di Informazione Turistica di Salsomaggiore Terme
Itinerari

Mountain Bike – 4. I Castelli dei Pallavicino: le Vie del Sale

Itinerari

Mountain Bike – 4. I Castelli dei Pallavicino: le Vie del Sale

Il percorso di difficoltà medio-alta è un saliscendi tra le colline che vi accompagnerà intorno a Salsomaggiore Terme alla scoperta di quelle che un tempo erano le “Vie del Sale”. Sul tracciato si incontrano le roccaforti dei Marchesi Pallavicino che tra l’XI e il XIII secolo crearono nel territorio di Salsomaggiore una vera e propria industria del Sale. Tempi di percorrenza amatore 3-4 h.

  • 57 km

    Lunghezza

    3-4 h

    Durata

  • DifficoltàMedium
  • Dislivello in quota1571 m
  • Altezza minima111 m
  • Altezza massima430 m
  • Superficie stradaleAsfalto, strada bianca, sentiero
 Scarica scheda stampabile  File GPS dell’itinerario  File di itinerario per smartphone

*: per aprire un itinerario per cellulare dovete aver installato sul dispositivo un'applicazione adatta ad aprire file kml, ad esempio Google Earth. I file GPX devono essere installati sul gps utilizzando le applicazioni fornite dal produttore..

1 Salsomaggiore
2 Campore
3 San Rocchino-Costa Marenga
4 Salsominore
5 Scipione Castello
6 Scipione Ponte
7 Case Passeri
8 Vigoleno
10 Contignaco
11 San Vittore
12 Tabiano Castello
13 Bargone
14 Campore
15 Salsomaggiore – Terme Berzieri
16 Salsomaggiore

Partenza dal posteggio di viale del Lavoro di fronte alle Terme Zoja. Dirigersi verso la pista ciclabile che costeggia il torrente Ghiara; dalla Stazione Ferroviaria immettersi sul percorso e seguire la ciclabile sino al deposito autobus comunale in via dei Gelsi. Dopo aver fatto tutto il percorso ciclabile, uscire sulla provinciale ed immettersi sulla strada in salita che conduce in direzione di Costa Marenga, un paio di km di ascesa per arrivare in cima alla collina ed ammirare il panorama. Proseguire su asfalto e superare il gruppo di case in località San Rocchino, quindi procedere sul sentiero indicato dalle tabelle CAI (percorso P1). In discesa, circondati dalla vegetazione arriverete nella piccola frazione di Salsominore dove si trovano i resti di una delle Antiche Saline, dette anche "Portici del Sale"; alzando lo sguardo sarà possibile scorgere il campanile della Chiesa del Cristo Salvatore. Avanti pochi metri e sulla sinistra una strada sterrata vi porterà su un tratto di tracciato fuori asfalto, completamente immerso tra le colline. Arrivare al Borgo del Castello di Scipione, ove si trova il maniero dei Marchesi Pallavicino (visitabile) dalla cui torre principale è possibile scorgere, nelle giornate di cielo terso, i profili di Parma, Piacenza e Cremona. Ancora un tratto tra la vegetazione e lo sterrato, in discesa, passando vicino all’Osteria del Castello e transitando in località Case Boselli, quindi proseguire a sinistra verso SP57 in direzione Vigoleno (SP109). Oltrepassata la Trattoria Cavallo, al bivio, tenere la destra costeggiando la provinciale, si raggiungerà presso l'area sosta “La Bocca” nel Parco Regionale Fluviale dello Stirone, dove sarà possibile concedersi una pausa tra la rigogliosa vegetazione del parco, tra alberature di pioppi, olmi, querce, ciliegi, prugnoli e biancospini. Terminata la sosta, riprendere il cammino sul sentiero che costeggia il corso del torrente Stirone, dove potrete affrontare il single track tra gli alberi del bosco ripariale, che vi permetterà di scorgere gli affioramenti fossili risalenti al periodo del Miocene superiore (8 milioni di anni fa). Alla fine del percorso giungerete all’area “Tre Pioppi”, immettersi sullo sterrato a sinistra, che conduce sulla SP109 e proseguire in direzione di Vigoleno. Prendete fiato, scalate le marce e risalite lungo le colline per arrivare al Borgo del Castello di Vigoleno, di cui potrete ammirare le cinta murarie e l’impeccabile integrità del sistema difensivo. Entrate nella corte interna dove potrete ammirate il mastio (visitabile) e se siete affamati troverete ristoro presso le locande del borgo. Dopo la sosta, proseguite in discesa verso Case Sozzi, la strada, una carreggiata che fiancheggia il crinale, condurrà, tra caratteristici panorami collinari e filari di vigneti, a valle verso località Villa. Terminata la discesa, seguite l’asfalto costeggiando il letto del torrente Stirone, Il percorso vi guiderà sempre più a valle, attraversando il torrente Stirone sul ponte di Case Passeri, per poi proseguire sullo sterrato che passa di fianco a Pietra Nera un (ofiolite) - sperone roccioso, testimonianza delle trasformazioni geologiche dell’Appennino - e il laghetto sottostante formato da una sorgente naturale. Seguire lo sterrato e salite verso località Cangelasio Costa affiancando il Monte Combu. Arrivati in località Costa, un breve tratto di asfalto in salita, vi accompagnerà all’imbocco di una nuova discesa sterrata. Si prosegue l’escursione tra strade sterrate e sentieri tra i colli, costeggiando le pendici del monte Pianazzo. Arriverete sull’asfalto in località Piè di Via. Nell’ultimo tratto del tragitto potrete scorgere sulla sinistra il Castello di Contignaco, costruito dai Pallavicino nell’XI secolo, la roccaforte è visitabile e propone degustazione di vini locali prodotti dell’azienda vinicola. Proseguite verso la Pieve Romanica di San Giovanni, arroccata sulla sommità di un colle. Continuare in salita seguendo la strada principale che da asfalto si trasforma in sterrato, arrivati in cima pronti per una discesa, con alla sinistra una folta boscaglia e sulla destra bucolici scorci della vallata. Il percorso condurrà in località San Vittore per proseguire sulla strada della Boffalora. Pedalando tra dolci colline percorrete 5 km equamente divisi tra salita e discesa che vi condurranno al Borgo di Tabiano Castello. Incontrerete sulla via la Chiesa risalente al XVI secolo dedicata ai Santi Gervasio e Protasio. Il Castello di Tabiano (visitabile) fu proprietà dei Marchesi Pallavicino, sopravvissuto alle lotte tra Guelfi e Ghibellini è oggi dimora privata aperta al pubblico. Si possono ammirare la Torre di Guardia che con il ponte levatoio costituisce l’accesso principale al Castello: La parte alta del borgo è caratterizzata dalle cinte murarie costruite tra il XII e il XIII secolo a difesa del castello. Nel caratteristico piccolo borgo vi è la possibilità di una sosta nella locanda adiacente. Riprendendo il tragitto, proseguite verso valle per giungere in località Colombaia dove risalirete su asfalto sino a località Variatico. Dopo un paio di km l’asfalto cede il passo al double-track che vi condurrà fino alla strada di Bargone e da li all’omonimo castello, l’ultima roccaforte Pallavicina che incontrerete su questo tragitto, oggi proprietà privata. Nel piazzale di fronte al castello la Chiesa dedicata all’Assunta che ospita una statua lignea del Beato Orlando; ogni anno in occasione della ricorrenza del Santo, molti cittadini accompagnano i loro animali domestici per l’annuale benedizione. E poi giù per l’ultimo sentiero immerso nel verde, in direzione Salsomaggiore Terme con l’arrivo e la conclusione di questa escursione. A Salsomaggiore si possono visitare alcuni luoghi storici della città: la Stazione Ferroviaria, Parco Mazzini realizzato agli inizi del 1900 e risalendo il lungoparco arrivare in piazza Lorenzo Berzieri con il magnifico palazzo in stile Liberty, il Pozzo Scotti trivellato alla fine del 1800 per l’estrazione delle acque salsobromoiodiche. Ideale è concedetevi una sosta gustando un buonissimo gelato artigianale.

Profilo d'elevazione
Luoghi
  • 1  Salsomaggiore
     - Partenza 0,0 km
  • 2  Campore
     3,7 km
  • 3  San Rocchino-Costa Marenga
     5,0 km
  • 4  Salsominore
     6,8 km
  • 5  Scipione Castello
     9,0 km
  • 6  Scipione Ponte
     10,1 km
  • 7  Case Passeri
     14,6 km
  • 8  Vigoleno
     21,7 km
  • 9  Cangelasio Costa
     28,2 km
  • 10  Contignaco
     35,1 km
  • 11  San Vittore
     38,3 km
  • 12  Tabiano Castello
     43,4 km
  • 13  Bargone
     52,0 km
  • 14  Campore
     54,9 km
  • 15  Salsomaggiore – Terme Berzieri
     56,1 km
  • 16  Salsomaggiore
     - Arrivo 57,1 km
Highlights dell'itinerario

Terra de Salsis - Il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino

Il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino è il più antico della provincia di Parma e tra i più antichi della regione, ed è l'unico ancora abitato dai discendenti diretti della famiglia fondatrice.

Vigoleno (Vernasca) -Il Borgo Medievale

Una passeggiata nel medioevo, nell'affascinante Borgo di Vigoleno.

Terra de Salsis - Castello di Contignaco, Fortezza degli Aldighieri

Il castello di Contignaco, con la sua torre alta oltre 30 m, fu costruito intorno al XI secolo da Adalberto Pallavicino

Pieve Romanica di San Giovanni in Contignaco

Sulla sommità del colle fu costruita, in epoca pre-romana, la chiesa di San Giovanni. Al suo interno è possibile ammirare affreschi del XIV e XV Sec e testimonianze pittoriche di un singolare artista locale

Terra de Salsis - Castello di Tabiano

Originario dei secoli XII e XIII, completamente restaurato verso la fine dell`800, quando venne trasformato in dimora privata.

Chiesa S.S. Gervasio e Protasio - Tabiano Castello

La piccola chiesa parrocchiale di Tabiano Castello, in stile romanico del XVI secolo, è dedicata ai Santi Gervasio e Protasio.

Stazione della Ferrovia

Monumento espressivo di orientamenti artistici e urbanistici tipicamente novecenteschi, la Stazione Ferroviaria in travertino bianco e rosa, fu progettata dall'ingegnere Cervi sul modello, in versione ridotta, della Stazione Centrale di Milano e inaugurata nel 1937.

Giardini Urbani Storici - Parco Mazzini

Patrimonio Culturale dell’Emilia Romagna

Edificio Liberty - Terme Lorenzo Berzieri

Il Palazzo delle Terme Berzieri è uno degli edifici più complessi ed interessanti del centro termale, simbolo del termalismo europeo e della città di Salsomaggiore Terme, esempio unico di Art Decò termale. Il monumentale palazzo liberty è censito nel Patrimonio Culturale dell'Emilia Romagna.

Domande?

Non esitate a scriverci via e-mail per qualsiasi domanda o informazione.

Comune Salsomaggiore
Regione Emilia Romagna