Sito Ufficiale di Informazione Turistica di Salsomaggiore Terme
cultura

Terme Lorenzo Berzieri

cultura

Terme Lorenzo Berzieri

Il Palazzo delle Terme Berzieri è uno degli edifici più complessi ed interessanti del centro termale, simbolo del termalismo europeo e della città di Salsomaggiore Terme, esempio unico di Art Decò termale. Il monumentale palazzo liberty è censito nel Patrimonio Culturale dell’Emilia Romagna.

Terme Lorenzo Berzieri

Edificio Liberty unico al mondo

Situato nel cuore di Salsomaggiore Terme, il Palazzo, simbolo della Città, è opera degli architetti toscani Ugo Giusti e Giulio Bernardini e venne inaugurato il 27 maggio 1923. Il pittore e decoratore fiorentino di fama internazionale Galileo Chini (1873-1956) curò gli apparati decorativi di questo edificio, nei quali emergono evidenti elementi della cultura orientale cinese, islamica e indù, che Chini apprese dalle sue precedenti esperienze nel mondo orientale.

I gruppi di tre odalische, con le loro pose eleganti e maliziose, i soffitti dipinti con coda di pavone, le colonne, i capitelli e i basamenti richiamano l’India dei Rajah e i suoi templi di montagna, mentre le chimere, le figure antropomorfe e i bassorilievi rivelano la forte impronta dell’antico mondo assiro.

All’interno, un monumentale scalone in marmo conduce al primo
piano, dove si può ammirare uno splendido dittico, opera dello stesso Chini e raffigurante l’autunno e la primavera, stagioni tradizionalmente prescelte per effettuare le cure termali. Sulla controfacciata il “Trittico di Igea”, dipinto dall’artista cremonese Giuseppe Moroni (1888-1959), ricorda la funzione dell’edificio dedicato al culto dell’acqua e della salute.

Le Terme furono intitolate a Lorenzo Berzieri, medico condotto che per primo sperimentò i benefici e l’efficacia delle acque termali di Salsomaggiore. Oggi ospitano un elegante e moderno centro benessere.

Le Terme Berzieri si affacciano sulla omonima piazza, rinnovata di recente su progetto dell’architetto Emilio Faroldi. La nuova piazza, pensata con l’intento di ridefinirne l’identità spaziale e di rispettare e valorizzare l’unicità dell’edificio termale che si impone con forza iconica nel tessuto urbano, fu ultimata nel 2010. Piazza Berzieri è caratterizzata da una struttura minimale, con materiali lapidei di provenienza brasiliana, disomogenei sia per colorazione che per la presenza di inserti con figure fossili. Il materiale metallico di alcuni elementi di contenimento e arredo è in linea con l’architettura eclettica locale. Lo specchio d’acqua inserito, che ha sostituito l’aiuola preesistente, possiede geometrie che alludono a un pianoforte a coda, e richiama la vocazione termale della città e la presenza di un torrente sotto la piazza. La fontana accoglie una scultura di Giorgio Milani: un cuneo trapezoidale in metallo corten e un poetario in bronzo che ricuce, attraverso Salsomaggiore, l’occidente con l’oriente. Un’altra opera dell’artista, posta sul lato est della piazza, è composta da un poetario a pavimentazione formato da autobloccanti in quarzi e porfidi da lui stesso progettati, che formano parole e frasi legate alla Città e al cui centro si può ammirare una piccola salamandra, simbolo di Salsomaggiore Terme.

All’esterno, aguzzate la vista e cercate:

  • le teste leonine
  • le teste d’ariete e di gufo
  • le fanciulle in perizoma
  • i leoni azzurri

All’interno, guardate con attenzione:

  • l’atrio decorato da Giuseppe Moroni con ornamenti di marmo, pitture parietali e stucchi
  • gli specchi
  • il monumentale scalone doppio e speculare
  • i rosoni in stucco del soffitto e il grande lucernario
  • gli affreschi di Galileo Chini, ceramista, pittore e decoratore
  • l’affresco di Giuseppe Moroni con la Dea Igea.

Il Palazzo è aperto alle visite guidate

Domande?

Non esitate a scriverci via e-mail per qualsiasi domanda o informazione.

Comune Salsomaggiore
Regione Emilia Romagna